Sostegno Microimprese

Misure straordinarie di sostegno alle microimprese della Campania.

AGGIORNAMENTO

14/10/2020 – Soccorso Istruttorio: pubblicazione quinto elenco beneficiari

Si informa che con decreto dirigenziale n. 407 del 14/10/2020 si è proceduto alla ri-liquidazione di n. 235 Microimprese nell’ambito dell’Avviso pubblico allegato al DD n. 136/2020 per la concessione di un bonus a fondo perduto una tantum, in dipendenza della crisi economico-finanziaria da COVID-19.

Si tratta del quinto decreto adottato, con il supporto operativo della Fondazione IFEL Campania, a seguito della fase di “soccorso istruttorio” avviato dal RUP, ai sensi dell’art. 8, co. 7, dell’Avviso, nel rispetto della Legge 241/90 e ss.mm.ii, rivolto alle domande che non potevano essere accolte.

In particolare col presente decreto sono state accolte le domande di alcuni dei beneficiari in precedenza già oggetto di liquidazione ma incorsi nel mancato riconoscimento del codice IBAN fornito in domanda.

Con il soccorso istruttorio si è concesso alle imprese interessate, ai sensi dell’art. 10 bis della medesima Legge n. 241/90, il termine di 30 giorni dall’invio di specifica comunicazione a mezzo PEC, per poter indicare all’indirizzo “conleimprese@pec.regione.campania.it” un codice IBAN sostitutivo idoneo.

Anche altre sono pratiche sono interessate dal medesimo fenomeno dell’errato IBAN e saranno poste in ri-liquidazione a seguito di chiusura della relativa singola istruttoria.

Le ulteriori risultanze del soccorso istruttorio saranno diramate nei prossimi giorni esclusivamente attraverso la presente sezione del sito della Regione Campania dedicato al BONUS Microimprese, con ciò chiedendo di evitare ogni altro canale di richiesta informazioni (contatti telefonici, pec o mail) che rischia di distogliere dall’attività in corso.

____________

10/10/2020 – Soccorso Istruttorio: pubblicazione quarto elenco beneficiari

Si informa che con decreto dirigenziale n. 400 del 9/10/2020 si è proceduto alla liquidazione di n. 141 Microimprese nell’ambito dell’Avviso pubblico allegato al DD n. 136/2020 per la concessione di un bonus a fondo perduto una tantum, in dipendenza della crisi economico-finanziaria da COVID-19.

Si tratta del quarto decreto adottato, con il supporto operativo della Fondazione IFEL Campania, a seguito della fase di “soccorso istruttorio” avviato dal RUP, ai sensi dell’art. 8, co. 7, dell’Avviso, nel rispetto della Legge 241/90 e ss.mm.ii, rivolto a tutte le domande che non potevano essere accolte.Con il soccorso istruttorio si è concesso alle imprese interessate, ai sensi dell’art. 10 bis della medesima Legge n. 241/90, il termine di 30 giorni dall’invio di specifica comunicazione a mezzo PEC, per poter presentare all’indirizzo “conleimprese@pec.regione.campania.it” eventuali osservazioni ed integrazioni corredate da documentazione probante ai fini dell’accoglimento.

Le ulteriori risultanze del soccorso istruttorio saranno diramate nei prossimi giorni esclusivamente attraverso la presente sezione del sito della Regione Campania dedicato al BONUS Microimprese, con ciò chiedendo di evitare ogni altro canale di richiesta informazioni (contatti telefonici, pec o mail) che rischia di distogliere dall’attività in corso.

____________

01/10/2020 – Soccorso Istruttorio: pubblicazione terzo elenco beneficiari

Con Decreto Dirigenziale n. 377 del 30.09.2020 si è proceduto alla liquidazione di n. 308 Microimprese nell’ambito dell’Avviso pubblico allegato al Decreto Dirigenziale n. 136/2020 per la concessione di un bonus a fondo perduto una tantum, in dipendenza della crisi economico-finanziaria da COVID-19.

Si tratta del terzo decreto, adottato con il supporto operativo della Fondazione IFEL Campania, a seguito della fase di “soccorso istruttorio” avviato dal RUP, ai sensi dell’art. 8, co. 7, dell’Avviso, nel rispetto della Legge 241/90 e ss.mm.ii, rivolto alle domande che non potevano essere accolte.

Con tale soccorso istruttorio si è infatti concesso alle imprese interessate, ai sensi dell’art. 10 bis della medesima Legge n. 241/90, il termine di 30 giorni dall’invio di specifica comunicazione a mezzo PEC all’indirizzo “conleimprese@pec.regione.campania.it” per correggere / integrare le domande inviate in merito a carenze e/o errori di input dati che non ne permettevano l’esito positivo.

Per le molte altre pratiche interessate da medesimo fenomeno si provvederà alla relativa liquidazione a seguito di chiusura positiva della relativa singola istruttoria.

Si conferma che le informazioni circa tutte le rimanenti pratiche oggetto di soccorso istruttorio saranno diramate nei prossimi giorni esclusivamente attraverso il presente settore del portale della Regione Campania dedicato al BONUS Microimprese con ciò chiedendo di evitare ogni altro canale di richiesta informazioni (contatti telefonici, pec o mail) che rischia di distogliere dall’attività in corso.

____________

25/09/2020 – Soccorso Istruttorio: pubblicazione secondo elenco beneficiari

Si informa che con Decreto Dirigenziale n. 364 del 25.09.2020 si è proceduto alla ri-liquidazione di n. 435 Microimprese nell’ambito dell’Avviso pubblico allegato al Decreto Dirigenziale n. 136/2020 per la concessione di un bonus a fondo perduto una tantum, in dipendenza della crisi economico-finanziaria da COVID-19.

Si tratta del secondo decreto adottato, con il supporto operativo della Fondazione IFEL Campania, a seguito della fase di “soccorso istruttorio” avviato dal RUP, ai sensi dell’art. 8, co. 7, dell’Avviso, nel rispetto della Legge 241/90 e ss.mm.ii, rivolto alle domande che non potevano essere accolte.

In particolare col presente decreto sono state accolte le domande di alcuni dei beneficiari in precedenza già oggetto di liquidazione ma incorsi nel mancato riconoscimento del codice IBAN fornito in domanda.

Con il soccorso istruttorio si è concesso alle imprese interessate, ai sensi dell’art. 10 bis della medesima Legge n. 241/90, il termine di 30 giorni dall’invio di specifica comunicazione a mezzo PEC, per poter indicare all’indirizzo “conleimprese@pec.regione.campania.it” un codice IBAN sostitutivo idoneo.

Molte altre sono le pratiche interessate dal medesimo fenomeno dell’errato IBAN e saranno poste in ri-liquidazione a seguito della chiusura della relativa singola istruttoria.

Si conferma che le informazioni circa tutte le rimanenti pratiche oggetto di soccorso istruttorio saranno diramate nei prossimi giorni esclusivamente attraverso il presente settore del portale della Regione Campania dedicato al BONUS Microimprese con ciò chiedendo di evitare ogni altro canale di richiesta informazioni (contatti telefonici, pec o mail) che rischia di distogliere dall’attività in corso.

____________

18/09/2020 – Soccorso Istruttorio: primi risultati

Si informa che con decreto dirigenziale n. 351 del 17.09.2020 si è proceduto alla liquidazione di n. 839 Microimprese nell’ambito dell’Avviso pubblico allegato al DD n. 136/2020 per la concessione di un bonus a fondo perduto una tantum, in dipendenza della crisi economico-finanziaria da COVID-19.
Si tratta del primo decreto adottato, con il supporto operativo della Fondazione IFEL Campania, a seguito della fase di “soccorso istruttorio” avviato dal RUP, ai sensi dell’art. 8, co. 7, dell’Avviso, nel rispetto della Legge 241/90 e ss.mm.ii, rivolto a tutte le domande che non potevano essere accolte.

Con il soccorso istruttorio si è concesso alle imprese interessate, ai sensi dell’art. 10 bis della medesima Legge n. 241/90, il termine di 30 giorni dall’invio di specifica comunicazione a mezzo PEC, per poter presentare all’indirizzo “conleimprese@pec.regione.campania.it” eventuali osservazioni ed integrazioni corredate da documentazione probante ai fini dell’accoglimento.

Le ulteriori risultanze del soccorso istruttorio saranno diramate nei prossimi giorni esclusivamente attraverso la presente sezione del sito della Regione Campania dedicato al BONUS Microimprese, con ciò chiedendo di evitare ogni altro canale di richiesta informazioni (contatti telefonici, pec o mail) che rischia di distogliere dall’attività in corso.

____________

28/07/2020 – Si comunica che a partire dal giorno 29 luglio 2020 si darà avvio della fase di soccorso istruttorio per le pratiche ad oggi non liquidate.
Saranno inviate comunicazioni agli indirizzi pec delle imprese indicati in sede di domanda.

Si rappresenta che le imprese potranno rispondere entro il termine di 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. Le risposte dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo PEC, da inviare all’indirizzo conleimprese@pec.regione.campania.itindicando nell’oggetto solo il codice ID pratica.

Eventuali PEC inviate in maniera difforme ovvero su indirizzi diversi non saranno accolte.

Non saranno inoltre  inviate comunicazioni agli intermediari.
____________

27/06/2020 – Con i decreti dirigenziali dal n. 248 al n. 252 si rendono noti gli elenchi delle pratiche Bonus Microimprese liquidate a tutto il 26 giugno. Sono 114.593 su un totale di circa 121.892 domande, per € 229.186.000.

Nei prossimi giorni da questa pagina informeremo circa l‘avvio della fase di soccorso istruttorio per le pratiche ad oggi non liquidate.

____________

22/05/2020 – Approvati ulteriori cinque elenchi di domande per cui è stata disposta la liquidazione del bonus imprese.
Dall’elenco è possibile ricercare la presenza di ciascuna domanda attraverso il codice identificativo (ID).

____________

AGGIORNAMENTO

24/04/2020 – Lunedì scorso 20 aprile alle ore 10:00 è stata aperta sul sito della Regione la piattaforma di accoglienza delle domande di accesso al bonus di 2.000 euro a favore delle microimprese.

Ad oggi, sono pervenute 90.525 domande, di cui 10.450 direttamente dalle imprese interessate e 80.075 per il tramite degli intermediari abilitati.

L’istruttoria da parte degli uffici si sta svolgendo in parallelo con l’arrivo delle domande e, al momento, è stato completato il primo elenco formato da 10.000 imprese beneficiarie che nei prossimi giorni riceveranno i 2.000 euro.

A giorni, si è in attesa di ricevere il benestare dalla Commissione Europea del regime di aiuto alle imprese che la Regione ha provveduto a notificare.

Il lavoro proseguirà celermente con la formazione dei successivi elenchi delle imprese beneficiarie, a mano a mano che verranno completati i controlli automatici relativi alle partite IVA, ai numeri di iscrizione presso il Registro delle Imprese, ai codici ATECO, etc.

____________

AVVISO –  Ritardi di ricezione credenziali di accesso

Su sollecitazione di quest’Ufficio, attese le segnalazioni di ritardi nella ricezione delle credenziali di accesso alla piattaforma, IFEL Campania (supporto operativo nella gestione telematica della procedura di caricamento delle domande di accesso al Bonus) ha segnalato di aver dato riscontro a tutti i solleciti ricevuti e di aver constatato che l’inconveniente della tardiva o mancata ricezione si avrebbe in dipendenza di particolari configurazioni dei provider di posta indicati dai soggetti in fase di propria registrazione.

Si invitano pertanto gli stessi soggetti a verificare la cartella spam della propria posta, ovvero, in alternativa, a registrarsi nuovamente utilizzando un diverso indirizzo di posta elettronica.
Inoltre, si invita ad utilizzare esclusivamente la funzione “help-desk” all’uopo disposta in piattaforma per inviare (senza replica) richieste di soccorso tecnico e di chiarimenti. L’utilizzo di altri indirizzi non a tanto abilitati, oltre ad intasare le caselle di posta, non offre garanzia di risposta.

____________

AVVISO – In caso di errori materiali commessi nella domanda di accesso al “bonus microimprese”,

Coloro che intendono sanare, possono presentare apposita istanza di annullamento, al fine di procedere ex novo alla compilazione e inoltro della stessa, secondo le modalità previste nell’avviso. L’istanza, contenente il codice identificativo della domanda presentata, dovrà essere firmata digitalmente ed inviata in formato pdf e con estensione p7m, in via esclusiva ai seguenti due indirizzi di posta elettronica:

  1. staffconleimprese@ifelcampania.it
  2. bonusmicroimprese@regione.campania.it

La predetta istanza dovrà essere, altresì, corredata del file firmato digitalmente (in formato pdf e con estensione p7m), contenente la domanda di accesso al bonus oggetto di richiesta di annullamento.